Lettori fissi

sabato 13 novembre 2010

OGGI SONO TRISTE

RAGAZZE CHE MATTINATA! Stamattina quasi non volevo andare a tirocinio perchè mi sentivo molto stanca, ma poi mi sono fatta forza e sono partita, quasi un sesto senso! Purtroppo è venuta a mancare una nostra paziente ricoverata per un infarto intestinale. Proprio ieri noi tirocinanti l'avevamo accompagnata a fare la gastroscopia ma tra ieri pomeriggio e stamattina è peggiorata e nonostante tutte le cure del caso è andata in arresto cardiocircolatorio. Medici ed infermieri, in un magnifico lavoro d'equipe, hanno fatto di tutto per rianimarla ma non c'è stato nulla da fare è morta sotto i nostri occhi impotenti. Un saluto a Maria che ora non c'è più! Questo fa parte purtroppo del nostro lavoro, vediamo tanta gente guarire ed allora siamo felici quando li vediamo tornare a casa con le loro gambe, ma purtroppo vediamo anche tanta gente morire ed allora siamo immmensamente tristi!

8 commenti:

  1. Sicuramente non è un lavoro facile quello di stare in mezzo all'ambiente medico.........vedi gente che sta male, gente che muore, gente che ha famiglia (parlo di persone anziane) ma che, nonostante stiano male, ricoverati, nessuno va a trovargli.......a volte ci si crea un certo legame e poi.........puf........non ci sono più........ma è un lavoro che ha il suo peso, a molte persone, la vostra compagnia, il vostro aiuto vuol dire tanto. chi ha scelto di fare questo mestiere è perchè ama la vita e fa di tutto per salvaguardarla, anche se non sempre ci riuscite, ma al meno ci avete tentato, e questo è l'importante......dai non abbatterti, purtroppo credo che avrai ancora molte esperienze di questo genere, .........e vero, non ci si abitua mai, ma il vostro compito credo, sia anche di aiutare i parenti e i propri cari a superare questo momento difficile con le parole e il supporto giusto.
    Stami bene!

    RispondiElimina
  2. Cera di farti forza...
    Un caro saluto
    Valentina

    RispondiElimina
  3. Un abbraccio forteforte!

    Baciii
    Cri&Anna

    RispondiElimina
  4. Sera ragazze, questo post per rassicurarvi! sono triste, com'è normale che sia, ma non abbattuta amo troppo questo lavoro perchè aiutare gli altri è la mia vocazione! sapete, che forse l'amo più dell'uncinetto?

    RispondiElimina
  5. Ciao Alexandra,
    hai ragione triste ma non abbattuta! ...anch'io lavoro nel tuo stesso campo e bisogna essere così per noi e per gli altri.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  6. Triste va più che bene, è normale; se questa sarà "la professione della tua vita" sai già che a questi momenti ti dovrai abituare.
    Mia sorella è infermiera da 22 anni e continua a ripetermi "io ho avuto la fortuna di essere stata assunta sin dal primo giorno di lavoro nel reparto di Chirurgia Femminile. Mai e poi mai cambierei reparto e soprattutto mai e poi mai cambierei il mio lavoro con il tuo!" Mi parla spesso di bei momenti con i pazienti che sono impagabili e che sovrascrivono completamente il dolore provato per una perdita avvenuta magari il giorno prima.
    Continua serena che sei sulla buona strada per diventare un'eccellente professionale!

    ...a proposito di lavoro.... mia sorella dice che non farebbe mai il mio lavoro.... -tieni presente che non sono una scaricatrice di cemento o una sherpa che trasporta cubi di piombo per qualche costruzione in cima a montagne irraggiungibili da mezzi cingolati.... Sono una semplicissima impiegata (..vabbè, ....con aspirazioni di Dirigente Dallo Stipendio Di Giada, ma una semplice impiegata seduta ad una scrivania mediamente 10h al giorno....)
    Questo per dirti che sebbene il suo sia un lavoro di "continue e perenni corse" non lo cambierebbe per un lavoro "statico" dietro ad una scrivania.
    Ciao cara e buona domenica!

    RispondiElimina
  7. Uno dei motivi, che non sono andata a fare il corso per infermiera...Mia cugina ha lavorato nel reparto pediatrico e dopo un anno si è fatta togliere, non riusciva a darsi pace e soffriva troppo quando vedeva i piccoli morire...
    Mia zia questo agosto è morta da infarto intestinale, hanno provato a operarla..l'hanno richiusa subito e ci avevano detto che non aveva più di 5 giorni di vita... un fulmine a cielo sereno..aveva dolori atroci..
    Meno male che ci sono persone, che come te, amano questo lavoro..
    Baci

    RispondiElimina

GRAZIE PER AVER VISITATO IL MIO BLOG E AVER LASCIATO UN COMMENTO!!!! SPERO DI RISENTIRTI PRESTO